Resident Evil: Village annunciato per Playstation VR2

Lady Dimitrescu ci guarda dall’alto un basso, molto in alto, ma stavolta sembrerà ancora più vero. Durante lo State of Play, è stato annunciato Resident Evil: Village per VR2, il prossimo visore per realtà virtuale di Sony.

Potremo rivivere l’avventura di Ethan alla ricerca della figlia Rose rapita dai quattro Lord del villaggio dalla prospettiva che tutti avevano immaginato fin dall’inizio come la migliore per un’esperienza di questo tipo, quella della realtà virtuale, una forma non estranea a Capcom che aveva già portato questa novità nella serie con Resident Evil 7, disponibile anche per la prima versione del VR di Sony.

Nuova prospettiva, nuovi controlli

Una delle cose più interessanti che abbiamo potuto notare è che oltre a supportare pienamente il VR2, Village potrà vantare nuovi controlli dati dalle periferiche che Sony ha ideato proprio per il suo prossimo visore.

Il sistema di mira, infatti, è stato del tutto rivisto e potrà essere padroneggiato dal giocatore con l’utilizzo dei nuovi controller che dovranno essere impugnati proprio come se fossero armi. Resident Evil: Village ha tra i suoi punti di forza l’immersività che regala sensazioni diverse in ogni ambiente visitato: il villaggio innevato, la casa di Donna Beneviento, la fabbrica di soldat di Heisenberg. Con il VR2, Village diventerà ancora più eccitante da esplorare. Il gioco ovviamente utilizzerà proprio come la versione base il fantastico RE Engine.

L’uscita del VR 2 non ha ancora una data (per alcuni analisti dovrebbe arrivare all’inizio del 2023), dunque anche Village per visore non ha una release precisa, ma considerando che il remake di Resident Evil 4 è stato ufficializzato per il 24 marzo 2023, possiamo ipotizzare che nuove info sia sul visore sia sull’ottavo capitolo della serie possano arrivare poco prima.

Capcom dimostra di essere tornata ai fasti di un tempo. La quantità di progetti che porta avanti e la qualità che riesce a mantenersi sempre altissima sono un chiaro esempio della volontà di Capcom di confermarsi come una delle migliori case di sviluppo oggi in circolazione.

Se prima l’acquisto di un visore poteva essere visto come una spesa superflua, dopo questo State of Play siamo sicuri che molti abbiano iniziato a farci un pensierino.