Brutte notizie per i PC gamer: le Nvidia RTX 4000 si faranno attendere più del previsto

A causa dello shortage degli ultimi anni neanche abbiamo fatto in tempo ad accaparrarci una RTX 3000, che già si parla molto della nuova serie RTX 4000.
Alcune voci delle scorse settimane suggerivano che le schede fossero in fase di test e che il lancio fosse previsto per settembre, se non prima.
Tuttavia, il sito tecnologico tedesco Igor’s Lab indica che c’è ancora molto lavoro da fare e smonta i nostri sogni, definendo un lancio entro l’autunno “molto ottimistico”.

La presunta tabella di marcia

Igor’s Lab ha prodotto una tabella di marcia speculativa che stima i passi che Nvidia deve compiere prima che le schede siano effettivamente disponibili.
Forse la conclusione più importante è che la prima GPU da lanciare non sia ancora uscita dalla fase di progettazione e design. Se è così, i partner produttori delle schede video (le varie Asus, MSI, ecc.) devono ancora ricevere le GPU, per non parlare del BIOS e dei driver. In effetti si comincia a vociferare che attualmente non esistano prototipi funzionanti.

È anche vero che al contrario di molte aziende Nvidia ha una buona esperienza nel mantenere i suoi segreti pre-rilascio, nonostante i vari leak, tuttavia, se queste informazioni sono abbastanza accurate, vuol dire che i passi da fare prima che le schede arrivino sugli scaffali sono ancora molti.

Innanzitutto, i prototipi devono essere costruiti e testati. Solo questo richiederà mesi. Poi c’è la parte di finalizzazione del firmware, il lavoro sui driver e la loro validazione, in seguito bisognerà fornire delle GPU campione ai partner per i loro test. Se a ciò si aggiungono i test di conformità e la certificazione regionale per le varie zone geografiche del mondo, la produzione di massa, la logistica e l’ulteriore perfezionamento dei driver, è molto difficile capire come Nvidia possa avere le schede pronte prima degli ultimi mesi del 2022. Per non contare i problemi produttivi di TSMC che non sono certamente terminati da un giorno all’altro.

Le prospettive anche per Intel e AMD

Tutto ciò dimostra che lo sviluppo di GPU altamente complesse non è un compito facile. Le schede Arc di Intel nella loro declinazione desktop sono ancora un miraggio, mentre il lancio delle schede RDNA 3 di AMD non è certo imminente (a riprova di ciò, AMD non avrebbe lanciato un aggiornamento della serie RX 6000 se le sue schede di nuova generazione fossero state quasi pronte!).

Insomma: siamo già a giugno e le probabilità di avere una scheda RTX 4000 nel proprio PC entro l’autunno 2022 sembra sempre più remota. E se il lancio delle RTX 3000 ci ha insegnato qualcosa, è che i primi esemplari saranno pochi, soprattutto se Nvidia procederà prima con il lancio della fascia altissima (RTX 4090) a basso volume. Schede di fascia intermedia (come una ipotetica RTX 4070) potrebbero arrivare anche nel 2023.

Detto questo, non disperate, si tratta di rumors e un tweet sbagliato può cambiare l’intera storia, ma noi comunque vi avvisiamo di non trattenere il fiato… almeno avremo più tempo per goderci (ad avercele) le RTX 3000!