Sega annuncia una “nuova” console che ci farà fare un tuffo nel passato

Il fenomeno delle mini console ha avuto un picco con l’uscita di Nintendo Classic Mini, Super Nintendo Classic Mini e PlayStation Classic per poi arrestarsi. D’altronde, è bello fare un tuffo nel passato, ma l’acquisto di una console mini al cui interno c’è un numero finito di giochi spesso e volentieri viene bypassato usufruendo di altre forme di retrogaming.

A riportare in auge le console mini ci pensa Sega, l’azienda giapponese che una volta era leader nella produzione di piattaforme di gioco, quando il mondo non era governato da Sony e Microsoft (con Nintendo che rimane l’unica costante); è stato infatti annunciato il Mega Drive Mini 2, già, perché una prima versione esiste dal 2019.

Mega Drive e Mega CD tornano nelle case

La console è stata annunciata durante una live di Sega andata in rete nella giornata di ieri, durante la quale è stato mostrato un trailer che riportiamo qui di seguito:

La console includerà 50 giochi, rispetto ai 42 della prima versione, questi saranno divisi tra Mega Drive e Mega CD, infatti, insieme alla console Sega veniva venduta anche una periferica che consentiva di far partire i giochi con il supporto dei cd-rom, mentre la console principale leggeva le cartucce.

Per ora, i giochi confermati sono i seguenti:

  • Silpheed (Mega CD)
  • Shining Force CD (Mega CD)
  • Sonic CD (Mega CD)
  • Mansion of Hidden Souls (Mega CD)
  • Popful Mail (Mega CD)
  • Virtua Racing (Mega Drive)
  • Bonanza Bros (Mega Drive)
  • Shining in the Darkness (Mega Drive)
  • Thunder Force IV (Mega Drive)
  • Magical Taruruto (Mega Drive)
  • Fantasy Zone (Mega Drive porting)

Il Mega Drive Mini 2 uscirà il 27 ottobre in Giappone al prezzo di 9.980 ¥ che equivalgono a 75 dollari. Sega non ha ancora confermato un’uscita occidentale. L’operazione nostalgia di Sega potrebbe però non arrestarsi qui, infatti, Yosuke Okunari, in un’intervista rilasciata a Famitsu ha dichiarato di vedere nel prossimo futuro altri hardware tornare in vita: “Se devo fare qualche nome, potrebbe essere un SG-1000 Mini o un Dreamcast Mini”.

Il ritorno del Dreamcast sarebbe in effetti un piccolo sogno che si avvera per molti appassionati di quell’epoca dei videogiochi. Voi invece quale console vorreste rivedere nel prossimo futuro? Siete potenziali acquirenti di questi prodotti?