Volete giocare Doom ancor prima di avviare Windows? Ora potete

Ormai siamo talmente abituati a vedere Doom girare su qualsiasi dispositivo, che non ci meravigliamo quasi più della diffusione di questo grande classico degli FPS su piattaforme che ben poco hanno a che fare con il PC, sua destinazione originaria. Eppure, c’era una barriera che non era ancora stata infranta: avviare Doom su un PC, ancora prima di avviare Windows!

Avviare Doom al posto di Windows? Perché no

Eseguire il celebre gioco di id Software su PC non sembra certo un’impresa memorabile. Ma farlo senza che sia avviato il sistema operativo è un altro paio di maniche. Finalmente però anche questa apparentemente impossibile contraddizione è stata smentita: l’ultimo porting di Doom consente di eseguirlo direttamente dal firmware del BIOS del PC, rendendo Doom più importante di Windows.

Doom è uno dei più famosi FPS per PC di tutti i tempi ed è ancora oggi venerato e giocato da innumerevoli schiere di appassionati, che lo adorano quasi come fosse u oggetto di culto. Negli anni, un manipolo di sviluppatori appassionati si è dilettato nell’adattare il gioco affinché fosse eseguibile su quante più piattaforme possibili, da piccoli PC alle più svariate console, fino a elettrodomestici che nulla hanno a che fare con i videogiochi. E ora l’ultima frontiera: Doom è giocabile come parte di un BIOS di sistema.

Doom giocabile sul BIOS di sistema: ora è realtà

Coreboot è un firmware BIOS open-source. L’aggiornamento 4.17 è uscito oggi pubblicato e scaricabile dal sito ufficiale (qui la lista dei sistemi compatibili). Coreboot 4.17 supporta una serie di nuove schede madri, un nuovo bootloader e… Doom!

Gli utenti possono creare “payload” (ovvero delle estensioni) per aggiungere codice ROM a Coreboot, compresi alcuni giochi di base che si caricano nel frame-buffer lineare (una porzione della RAM che contiene informazioni circa i pixel da rappresentare a schermo) – tramite questo sistema è stato creato CoreDoom, che come si intuisce è in grado di eseguire Doom nel BIOS.

CoreDoom è basato su DoomGeneric, che è una versione portatile dell’FPS 3D del 1993. In questa fase iniziale, CoreDoom presenta ancora alcune limitazioni non indifferenti: ad esempio, attualmente richiede una tastiera PS/2 per le azioni WASD (il supporto della tastiera USB è in arrivo). Inoltre, il supporto per i formati video è limitato, non c’è audio, non c’è supporto per i salvataggi o file di configurazione; dulcis in fundo, il sistema si blocca all’uscita del gioco.

Insomma non sarà il modo più comodo per giocare ma, hei, è pur sempre Doom eseguito nel BIOS!