Il creatore di The Last of Us non può aspettare, vuole giocare Resident Evil 4 Remake

Resident Evil 4 Remake ha già ottenuto un record, è il trailer mostrato allo State of Play con più visualizzazioni su YouTube. Il quarto capitolo della serie ha avuto varie riedizioni dalla sua uscita fino a oggi, ma un remake che amplia la sua lore, la reimmagina, come la stessa Capcom ha già confermato, e potrebbe cambiare la sua disposizione all’interno della saga (a proposito, sai che RE4 Remake e RE: Village potrebbero essere collegati?) è senza dubbio il miglior modo, e quello più atteso, per riproporre un capolavoro ai fan e, perché no, ai pochi che non l’hanno mai giocato.

Resident Evil 4 è stato un titolo rivoluzionario perché si è discostato dalla trilogia classica (+ Code Veronica) proponendo meccaniche più moderne, più action, senza però perdere la sua anima da Resident Evil, cosa che non si può dire di RE5 e RE6. Inoltre, il suo shooting e la telecamera posta molto vicina alla schiena di Leon hanno influenzato produzioni successive come Dead Space, Dark Sector e The Evil Within.

Neil Druckmann non vede l’ora, vuole giocare RE4 remake

Ebbene, non solo i giocatori aspettano con trepidazione l’uscita del remake (24 marzo 2023), ma anche gli addetti ai lavori, ad esempio i game designer (che alla fin fine sono anch’essi giocatori) di altri rinomati studi che sanno riconoscere la qualità di un progetto quando lo vedono.

Uno di quelli che proprio non ce la fa ad aspettare è Neil Druckmann, il creatore di The last of Us, il quale ha pubblicato un tweet in cui si dice entusiasta del trailer mostrato, a maggior ragione considerando che l’originale Resident Evil 4 è uno dei suoi videogiochi preferiti di sempre.

“Resident Evil 4 è uno dei miei giochi preferiti di sempre. L’ho giocato al day one su GameCube, poi di nuovo su Wii e ora sto giocando la versione Quest 2. Non vedo l’ora di tuffarmi nel remake su PS5 e PlayStation VR2!”.

Insomma, un amore viscerale quello del director di Naughty Dog per Resident Evil 4. Addirittura, in un altro tweet, datato 28 gennaio 2013, Neil chiedeva a Capccom di portare il gioco anche su PlayStation Vita.

Una vera ossessione. Non possiamo dargli torto.