L’attore di Thor ha completato il motion capture, God of War: Ragnarok è più vicino

Negli ultimi mesi, è cresciuta la paranoia riguardo ai rinvii dei videogiochi, e ragionevolmente, visto che sembra essere diventato molto difficile rispettare le scadenze e le date di uscita annunciate in prima istanza.

Per questo, non sono in pochi coloro i quali hanno paura per God of War: Ragnarok, sulla carta in uscita quest’anno, ma con una data che ancora latita. Qualsiasi segnale viene visto o in maniera positiva o in modo negativo, oggi la notizia dovrebbe essere letta in modo positivo perché se un attore impegnato nel motion capture di un personaggio centrale nella storia del secondo capitolo norreno della serie di Santa Monica Studios afferma di aver terminato il proprio lavoro, allora significa che il momento è propizio per l’uscita del gioco.

Thor è pronto a incontrare Kratos

Ryan Hurst, l’attore che interpreta il possente Thor di God of War: Ragnarok ha rivelato in una recente intervista di aver da poco completato la sua parte di lavoro per il titolo che uscirà in esclusiva su PS5 e PS4, quindi è possibile supporre che le fasi di doppiaggio e motion capture del dio norreno siano terminate.

La conferma da parte dell’attore è arrivata durante un panel del Comic Con Revolution 22 che si è svolto lo scorso 21 maggio, dove durante un’intervista ha dichiarato: “Ho appena finito l’ultima piccola parte di lavoro per God of War: Ragnarok”.

Nella stessa intervista Hurst spiega anche come è stato contattato da Sony Santa Monica per diventare l’attore di Thor.

“Me l’hanno semplicemente proposto. I due creatori del gioco sono venuti a casa mia per circa cinque ore e mi hanno mostrato tutti gli artwork e descritto la storia dell’intero gioco, che era estremamente complessa e ricca di elementi. Mi piace sempre sperimentare cose nuove, quindi il motion capture per un videogioco è stato molto divertente”.

Dalle dichiarazioni di Hurst possiamo quindi dedurre che i lavori sul motion capture e sul doppiaggio di God of War: Ragnarok siano in una fase piuttosto avanzata, se non addirittura già conclusi, cosa su cui però non possiamo mettere la mano sul fuoco perché i personaggi sono tanti, dunque, il fatto che Hurst abbia terminato non significa che tutti gli attori impegnati nel progetto abbiano finito con il loro lavoro.

In linea di massima possiamo essere ottimisti, significa che tutto sta andando come previsto, pertanto aspettiamoci ancora God of War: Ragnarok per il 2022.