Square Enix pubblica i risultati dell’ultimo anno fiscale e fa un annuncio riguardo Just Cause

Square Enix ha reso pubblici i risultati finanziari dell’ultimo anno fiscale, conclusosi il 31 marzo 2022. Il presidente Yosuke Matsuda ed il Chief Accounting Officer Atsushi Matsuda ne hanno dato conto agli investitori, ed oggi la compagnia ha rilasciato il verbale e le slide di quel meeting. Vediamo com’è andata.

Square Enix, ricavi in aumento grazie a FFXIV

I risultati finanziari di Square Enix nell’ultimo anno fiscale sono stati positivi: in generale la compagnia ha totalizzato un utile netto di oltre 365 milioni di yen (poco più di due milioni e mezzo di euro), registrando una crescita YoY (su base annua)  di 32 milioni. Ovviamente la holding non trae guadagno dai soli videogiochi: se ci focalizziamo sul solo intrattenimento digitale, si può osservare un utile netto di 279.6 milioni di yen (+15 milioni YoY).

Non tutto il reparto gaming però si è mosso in modo uniforme: infatti il segmento denominato HD Games (i giochi retail di punta, fisici o digitali), ha registrato una flessione. Questo perché, nonostante l’uscita di numerosi titoli quali OUTRIDERS, Life is Strange: True Colors, Marvel’s Guardians of the Galaxy e NieR Replicant, complessivamente hanno venduto meno dei titoli rilasciati l’anno precedente, ovvero Final Fantasy VII Remake e Marvel’s Avengers.

Si è passati da 96 milioni dell’anno precedente agli 87 attuali, dunque una contrazione di 8 milioni.

La flessione è stata però più che compensata dal segmento MMO, il quale è cresciuto notevolmente grazie all’enorme successo riscontrato dall’ultima espansione di Final Fantasy XIV, che ha generato un utile di 62 milioni di yen (+ 23 milioni YoY).

Questi risultati aiutano ad inquadrare la delusione della compagnia per i risultati di vendita dei giochi prodotti dagli studi occidentali, risultati che hanno senz’altro pesato sulla decisione di vendita in blocco di tali studi a Embracer Group.

Square Enix, le aspettative per il prossimo anno e il nuovo Just Cause

Sulla base di questi risultati, il presidente Matsuda ha comunicato le aspettative di Square Enix per il prossimo anno fiscale.

Innanzitutto la compagnia si aspetta un continuo aumento di ricavi da parte del segmento MMO, segno inequivocabile del fatto che il supporto a FFXIV sarà duraturo anche per la prossima stagione. Infatti il presidente si dice “estremamente soddisfatto” delle performance di vendita del gioco.

Matsuda si è detto poi fiducioso sul fatto che il segmento mobile genererà grandi entrate, soprattutto in virtù dei titoli appena approdati sugli store digitali, ovvero Echoes of Mana e Full Metal Alchemist Mobile. D’altronde ormai il digitale la da padrone rispetto al fisico. Pensate che dei 279 milioni di utile di quest’anno, ben 252 derivano da vendite digitali e solamente 27 arrivano dal fisico.

Parlando della dismissione degli studi occidentali, Matsuda ha commentato così:

Scopo principale [della vendita] è stato quello di riorientare il nostro portfolio. In particolare dal punto di vista del potenziamento dei
titoli online che sviluppiamo per il mercato nordamericano ed europeo. Vogliamo concentrarci sulla creazione di nuovi
titoli che siano in linea con la nostra strategia. Il franchise di JUST CAUSE rimarrà di nostra proprietà e siamo già al lavoro per sviluppare un nuovo titolo di questa serie.

Così il presidente di Square Enix ha annunciato non solo l’intenzione di realizzare un nuovo capitolo di Just Cause, ma anche che esso è già in sviluppo! Attendiamo maggiori informazioni in proposito, mentre attendiamo il lancio dello spin-off mobile previsto per quest’anno.

Il presidente ha concluso spiegando che i 300 milioni ottenuti dalla dismissione degli studi non saranno dedicati allo sviluppo di strategie legate a NFT e blockhain, bensì saranno destinati a sovvenzionare il reparto Digital Entertainment per rinforzare ulteriormente lo sviluppo delle IP dell’azienda.

Il report è consultabile per intero a questo indirizzo.