Elden Ring, una nuova mod aggiunge la modalità sopravvivenza

Sono passati ormai già 3 mesi dal rilascio di Elden Ring sul mercato e i giocatori hanno potuto esplorare in lungo ed in largo il suo vasto mondo, trovando grotte nascoste, temibili boss e sbizzarrendosi con le più variopinte build per i loro personaggi.

Sembra però che, seppur il gioco vanti una non indifferente difficoltà, alcuni giocatori lo trovino comunque veramente semplice arrivando ad escogitare vari modi per complicarsi la vita.

L’utente Grimrukh infatti (il modder di Dark Souls: Nightfall e creatore di Dark Souls: Daughters of Ash, due delle più famose mod dei titoli Souls), ha aggiunto una modalità di sopravvivenza a Elden Ring. Grazie a questa mod, i giocatori possono aspettarsi elementi di sopravvivenza come la fame, la sete, la temperatura e le malattie, un albero di crafting delle armi e addirittura notti più cupe.

Le caratteristiche della mod

Queste sono le quattro caratteristiche principali di questa modalità di sopravvivenza non ufficiale:

Sopravvivenza: crea oggetti per combattere gli effetti della fame, della sete e della temperatura. L’efficienza del fido destriero Torrente è stata ridotta.
Albero delle armi: le armi non possono essere trovate o acquistate e devono essere create con nuovi materiali e altre armi “base”.
Malattie: si possono contrarre casualmente varie malattie in diverse aree e si deve andare a caccia di ricette di per creare diversi tipi di cure .
Buio: la notte è molto più buia.

Tutte queste caratteristiche contribuiranno a rendere le avventure dei giocatori nell’Interregno ancora più ardue.

Ma non finisce qui

A proposito di Elden Ring questa non è la prima mod che viene messa in circolazione, anzi diversi utenti abili programmatori si sono sbizzarriti a loro modo per rendere uniche le proprie campagne. Giusto il mese scorso è stata ideata una mod che aggiunge al gioco una serie di funzionalità cooperative senza soluzione di continuità. Esiste poi una mod che rimuove il terribile effetto di aberrazione cromatica, antipatico a diversi giocatori. Flawless Ultrawide è poi un’altra mod indispensabile, in quanto consente di supportare risoluzioni/monitor ultralarghi, una funzione non disponibile tra le impostazioni di default del gioco, così come un’altra mod che permette lo sblocco del limite del frame rate di 60fps. Esiste inoltre una modalità Foto non ufficiale.

Beh indubbiamente per chi ha terminato Elden Ring, ma vuole continuare a divertirsi le possibilità certo non mancano.