Kojima conferma indirettamente l’esistenza del suo horror Overdose?

Ieri vi abbiamo parlato del clamoroso leak pubblicato su Tryhardguides da Tom Henderson, uno degli insider videoludici più attivi sul web. Il famoso leaker ha scritto un intero report in cui afferma di essere venuto in possesso di materiale inequivocabile che confermerebbe l’esistenza di un gioco horror targato Kojima, dal titolo Overdose.

Potrebbe essere un titolo provvisorio, un nome in codice, o davvero una nuova IP, fatto sta che dai filmati che Henderson avrebbe visionato risulta impossibile sbagliarsi: Kojima presenterà un horror con protagonista Margaret Qualley, l’attrice che ha interpretato Mama in Death Stranding (no, Henderson è sicuro che non si trattasse del secondo capitolo).

Oggi, potremmo essere testimoni di una conferma da parte proprio di Kojima, una conferma indiretta, la più classica in questi casi: la richiesta di rimozione dei contenuti leakati.

Kojima arrabbiato: conferma Overdose?

Tom Henderson ha pubblicato un tweet in cui rende nota la decisione di rimuovere il suo report a seguito della richiesta di Kojima Productions. In pratica, lo studio di sviluppo del designer giapponese, padre di Metal Gear Solid, avrebbe intimato all’insider di eliminare qualsiasi traccia. Lui, in prima istanza, avrebbe declinato, come potete leggere nel post in basso, per poi accettare la decisione:

Perché scomodarsi a farlo se tutto ciò che è stato riportato è falso? Ad esempio, nel famigerato caso di Abandoned, Kojima non si è mai mosso per smentire la sua partecipazione al titolo fantasma, quando invece Norman Reedus ha annunciato involontariamente (sarà stato poi così?) lo sviluppo di Death Stranding 2, Kojima l’ha presa spiritosamente pubblicando una foto che lo ritrae mentre “punisce” l’attore con una mazza.

Su Overdose, invece, l’impressione è che Kojima si sia davvero adirato, tanto da chiedere l’immediata rimozione del leak. Una cosa simile avvenne con Dusk Golem che fece trapelare immagini di un presunto remake di Silent Hill 2. Konami lo costrinse a eliminare tutto e lo fece bannare temporaneamente da Twitter.

Queste sembrano tutte conferme indirette anche più chiare dei leak stessi. A seguito di tutta la vicenda, Geoff Keighley, presentatore del Summer Game Fets, in stretti rapporti con Kojima, ha rincarato la dose di hype pubblicando a sua volta un tweet con un meme di Jim Carrey che dice: “Here we go”.

La storia, come spesso accade in casi del genere, sta prendendo una piega sì divertente ma anche fastidiosa per chi non ama i leak e le conferme/smentite fatte a mezza bocca. Sarà necessario aspettare il 9 giugno per sapere davvero di più.