Xbox: per giocare non è più necessaria una console, basta una TV Samsung

L’era delle console fisiche sta davvero per finire? Microsoft sembra voler fare un passo verso questa direzione. Una tv, un abbonamento e una connessione internet, tanto basterà per godersi un parco titoli enorme. Questa è la promessa di Microsoft, anzi, è già realtà grazie alla partnership stretta in queste ore con Samsung.

Un accordo di questo tipo era in ballo da un po’, infatti già nel 2021 Microsoft aveva promesso novità in tal senso. Ebbene, oggi la compagnia di Xbox ha annunciato ufficialmente la collaborazione con Samsung per la creazione di un’app Xbox per le smart TV dell’azienda sudcoreana. Questa app consentirà a chiunque di giocare ai giochi Xbox tramite cloud, senza la necessità di possedere una console Xbox.

A partire dal 30 giugno, chiunque possieda una “nuova smart TV Samsung 2022” potrà scaricare l’app Xbox e iniziare a giocare via cloud. I giocatori avranno bisogno di un abbonamento Xbox Game Pass Ultimate, tranne nel caso di Fortnite. Come annunciato in precedenza, Microsoft ed Epic hanno trovato un accordo per rendere Fortnite gratuito per tutti.

Il gaming per tutti

Microsoft è consapevole di non poter vendere a tutti una console perché alcuni non vogliono o non possono spendere gli oltre 300 dollari necessari per l’acquisto dell’hardware più economico (Xbox Series S). Con l’app Xbox per televisori Samsung, gli utenti avranno bisogno solo di un controller Bluetooth, e non è nemmeno necessario che sia un controller Xbox.

Analogamente a come funziona lo streaming di Xbox su PC e dispositivi mobili, i giocatori possono utilizzare un controller Xbox, un controller DualShock o altri controller Bluetooth supportati. Sono supportate anche le cuffie Bluetooth per l’audio di gioco e la chat.

Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming, ha dichiarato: “Stiamo costruendo una piattaforma in grado di raggiungere miliardi di giocatori, sia su console, sia su PC, sia attraverso lo streaming cloud di Xbox, e dove i giocatori, su qualsiasi dispositivo vogliano giocare, saranno messi nelle condizioni di trovare i contenuti che desiderano”.

Un passo davvero importante che riscrive il modo di intendere i videogiochi. Microsoft ha dimostrato in questi anni di voler cambiare il mondo del gaming con scelte che ad alcuni potrebbero sembrare anche controproducenti (ancora oggi ci si chiede se il Gamepass sia sostenibile economicamente), in netto contrasto con le generazioni passate.