C’è finalmente un Grammy anche per i videogiochi!

È finalmente successo: la Recording Academy ha finalmente aggiunto una nuova categoria dedicata esclusivamente ai videogiochi per i suoi Grammy Awards, a partire dall’edizione 2023.

La categoria Best Score Soundtrack For Video Games And Other Interactive Media (Miglior colonna sonora per videogiochi e altri media interattivi) riconoscerà “l’eccellenza negli album di colonne sonore composte prevalentemente da colonne sonore originali e create specificamente per, o in accompagnamento a, un videogioco o un altro media interattivo in corso di pubblicazione nel periodo di qualificazione”.

Si tratta di una delle cinque nuove categorie aggiunte ai Grammy Awards 2023, che comprendono anche Canzone d’autore dell’anno (non classica), Miglior performance di musica alternativa, Miglior performance americana e Miglior album di poesia parlata.

Le dichiarazioni del CEO

Harvey Mason jr. – CEO della Recording Academy

Il CEO della Recording Academy Harvey Mason jr. ha dichiarato quanto segue:

“Siamo entusiasti di onorare queste diverse comunità di creatori di musica attraverso i nuovi premi ed emendamenti e di continuare a coltivare un ambiente che ispira il cambiamento, il progresso e la collaborazione”.

“La priorità assoluta dell’Academy è quella di rappresentare efficacemente il popolo della musica che serviamo, e ogni anno questo comporta l’ascolto dei nostri membri e la garanzia che le nostre regole e linee guida riflettano il nostro settore in continua evoluzione”.

Ci sono già state una vittoria e una nomination

Nonostante non ci fosse una categoria specifica, è importante ricordare che la musica dei videogiochi ha già ricevuto il suo primo Grammy Award. L’onore del riconoscimento è andato a Baba Yetu, brano di Christopher Tin.

Il brano ha vinto il premio per il miglior arrangiamento strumentale con accompagnamento vocale nel 2011, ma la canzone era stata originariamente composta come tema per Civilization 4 nel 2005. Di seguito un link per procedere all’ascolto (ne vale la pena!)

Anche il compositore Austin Wintory è stato nominato per un Grammy per la colonna sonora di Journey nel 2013, che trovate qui di seguito (c’è l’intero album, dura 59 minuti, consigliamo sicuramente l’ascolto).

Insomma speriamo che questa nuova categoria possa sancire il definitivo avvicinamento tra i mondi del videogioco e quello della musica anche nell’intrattenimento mainstream, magari spronando i compositori a cimentarsi in nuovi esperimenti!

Ora non ci resta che aspettare qualche mese, i prossimi Grammy Awards 2023 si terranno infatti il 31 gennaio 2023.