Diablo Immortal infrange ogni record: oltre 10 milioni di download in una settimana

Diablo Immortal ha avuto molte difficoltà fin dal giorno in cui è stato annunciato e, sebbene il suo design e le sue meccaniche di base siano stati elogiati fin dal suo lancio all’inizio di questa settimana, il gioco è stato oggetto di critiche diffuse ed estreme a causa delle sue pratiche di monetizzazione aggressive. Nonostante tutto, però, sembra che il gioco stia andando molto bene.

Blizzard Entertainment ha annunciato con un recente tweet che il gioco di ruolo d’azione free-to-play ha registrato il più grande lancio di sempre per un gioco di Diablo, a una settimana dal lancio. Il gioco è stato installato oltre 10 milioni di volte su tutte le piattaforme dal momento del lancio. Nel tweet si può anche leggere un ringraziamento speciale per tutti i fan: “Thanks for slaying with us“, ovvero “Grazie per aver ucciso con noi” facendo riferimento al gameplay del titolo.

Diablo Immortal è attualmente disponibile su PC, iOS e Android. Blizzard ha dichiarato che intende continuare a lavorare sui problemi noti del gioco e sulle preoccupazioni legate alle microtransazioni, oltre a pianificare il rilascio di contenuti sostenuti dopo il lancio. Resta da vedere quanto lo sviluppatore riuscirà a fare tutto questo, ma il gioco è sicuramente partito bene su questo fronte.

Diablo è una delle serie più celebri e redditizie ideata da Blizzard Entertainment sin dal lontano 1996, anno di pubblicazione del primo capitolo su PC. Sono stati poi ideati anche due sequel, il primo (Diablo II) nel 2000 e successivamente Diablo III nel 2012. Sono state poi rilasciate anche delle espansioni della trilogia, ovvero Hellfire per il primo capitolo, Lord of Destruction per il secondo capitolo e infine Reaper of Souls per quanto riguarda il terzo capitolo.
Un quarto capitolo è stato poi annunciato nel 2019, ma la sua pubblicazione è stata rimandata a data da destinarsi, stessa sorte toccata anche a un altro titolo di Blizzard: Overwatch 2.

Diablo Immortal, invece, è il capitolo con il quale la serie è approdata per la prima volta nell’ormai ricco mondo dei videogiochi mobile, che ha fatto la fortuna di numerosi publisher e case di sviluppo grazie alle microtransazioni e alla politica dei titoli free-to-play e free-to-start.