Crash Bandicoot: il nuovo gioco potrebbe contenere più di 10 personaggi

Si fanno sempre più insistenti le voci riguardo un possibile ritorno di Crash Bandicoot: come già riportato in un nostro precedente articolo, sembra che un nuovo titolo multiplayer della serie di Crash stia per essere annunciato, magari proprio durante l’Xbox Showcase di domenica.

Secondo recenti indiscrezioni, il nuovo gioco multigiocatore di Crash Bandicoot sembrerebbe molto simile all’idea alla base di Crash Bash, ma con delle sfide 4v4 e che esso non sia il tanto chiacchierato Wumpa League degli ultimi mesi, ma un nuovo progetto ripartito da zero dopo che quello precedente (i cui lavori erano iniziati nel 2020) è stato cancellato.

L’utente Twitter Liam Robertson ha poi condiviso nuove informazioni riguardo questo ancora misterioso gioco: egli ha infatti condiviso un particolare artwork raffigurante numerosi personaggi provenienti dal mondo di Crash Bandicoot, tra vecchie conoscenze e personaggi totalmente inediti. A dir la verità, come dimostra il logo con la “W” al centro dell’immagine, l’artwork si riferisce al progetto Wumpa League ed era già apparso sul web mesi fa, anche se incompleto dato che mancavano tutti quei personaggi mai visti raffigurati alle spalle di Crash.

In una risposta, Jez Corden ha dichiarato che il nuovo gioco multigiocatore di Crash Bandicoot, secondo quanto riferito, ha una build di prova che include dieci personaggi al momento, e “alcuni di questi” sono presenti anche nell’artwork.

All’interno dell’artwork possiamo notare Crash, Coco, il Dottor Neo Cortex, Tawna, N. Gin Dingodile, i quali erano già presenti in Crash Bandicoot 4: It’s About Time; ma anche personaggi di vecchi videogioco come Ripper Roo e Papu Papu, oltre a una pletora di nuovi personaggi.
Corden ha anche detto che “alcuni dei personaggi raffigurati qui sopra sembrano essere più simili a potenziamenti” (probabilmente simile a come succede con gli Spiriti di Super Smash Bros. Ultimate), ma non era del tutto sicuro che si trattasse esattamente di una meccanica di gioco. Naturalmente, tutto ciò che è stato detto va preso con le pinze fino a quando Activision e gli sviluppatori responsabili (con ogni probabilità Toys for Bob) non faranno un annuncio, magari proprio durante l’imminente evento di Microsoft che ha recentemente acquisito proprio Activision con tutte le sue IP più famose.