Il director di Redfall assicura: “Il gioco sarà divertente anche in single player”

Redfall non sarà un gioco alla Left 4 Dead, giocato in single player sarà divertente e maggiormente esplorativo e story driven.

I giochi di Arkane Studios hanno sempre avuto una narrativa importante, nonostante il gameplay abbia sempre avuto un ruolo di primaria importanza, prodotti come Dishonored, Prey e Deathloop non sacrificano la storia.

Quando Redfall si è mostrato nuovamente durante lo showcase di Microsoft, più di qualcuno non è riuscito a nascondere la propria preoccupazione dovuta alla natura co-op dell’esperienza (per quanto il titolo possa essere giocato anche da soli).

Redfall sembra diverso nelle dinamiche dai titoli a cui ci ha abituato Arkane, più votato al gioco di squadra, all’abbattimento di orde di nemici. Non è raro leggere opinioni di chi lo ha paragonato a Back 4 Blood o Left 4 Dead.

Arkane ha voluto allora intervenire sulla questione per rassicurare i fan dello studio francese. Redfall non sarà un semplice shooter a orde, avrà anche una componente narrativa importante.

Redfall sarà story driven, parola di Arkane

Nonostante la chiara attenzione prestata alla cooperativa in questo FPS open world, lo sviluppatore ha tenuto a sottolineare che la storia sarà un punto focale in Redfall. Arkane è nota per la creazione di esperienze per giocatore singolo profonde e coinvolgenti, una caratteristica che intende mantenere anche in questo caso.

“Redfall ha tutto ciò che si può desiderare da un’esperienza FPS cooperativa e incentrata sulla storia, oltre a tutto ciò che i fan di Arkane si aspettano dallo studio. Un mondo aperto e pieno di mistero, una rosa di eroi diversi tra cui scegliere, combattimenti strategici che vi terranno con il fiato sospeso, ambientazioni curate nei minimi dettagli, una narrazione ricca che vi guida attraverso il mondo, una vasta gamma di armi… e vampiri”.

Anche il direttore creativo Harvey Smith, a capo del team di Dishonored, ha confermato queste dichiarazioni. In breve, il team ha fatto del suo meglio per far funzionare bene Redfall sia in single player che in multiplayer:

“Una grande attenzione è stata posta sull’esperienza in solitaria, in linea con i trascorsi di Arkane. Redfall è un gioco open world, ma può essere giocato in solitaria con uno qualsiasi degli eroi. Il ritmo diventa più esplorativo; si possono usare la ricognizione e la furtività per raccogliere informazioni sugli incontri ed evitare i nemici o prenderli di sorpresa”.

Questa è musica per le orecchie dei giocatori che non possono fare a meno del single player e che iniziano a grattarsi dappertutto appena sentono le parole co-op e multiplayer.