Neil Druckmann: “The Last of Us Parte 1 sarà un remake a tutti gli effetti”

Negli ultimi tempi si è parlato molto della differenza tra remake e remastered e ancora non è ben chiara a molti la differenza fra queste due diciture: sostanzialmente per “remake” si intende un videogioco rifatto da zero, non solo con una nuova veste grafica, ma anche con delle aggiunte sostanziali al gameplay; mentre una “remastered” è un lavoro di miglioramento e di pulizia dei difetti che aveva il gioco originale.

Neil Druckmann, co-presidente di Naughty Dog, ha annunciato durante il Summer Game Fest l’arrivo di The Last Of Us: Parte 1 su PlayStation 5 e PC. L’autore ha poi dichiarato che il gioco sarà un remake a tutti gli effetti e non una remastered.

Naughty Dog successivamente su Twitter ha postato un breve video comparativo tra l’originale The Last of Us pubblicato nel 2013 e quello che arriverà il prossimo 2 settembre 2022. In queste scene di gioco vediamo Tess, un personaggio secondario socia di Joel.
Possiamo notare come il “glow up” sia sostanziale e il personaggio è molto più realistico, quasi comparabile alla grafica vista in The Last of Us: Parte 2; questo perché, come dichiarato dallo stesso Druckmann, a differenza della versione originale del 2013, il modello di Tess nel remake per PS5 e PC è strettamente basato sulla modella e attrice Annie Wersching.

Naughty Dog ha dichiarato che The Last of Us Part 1 sarà dotato di un gameplay modernizzato, controlli migliorati e una serie di opzioni di accessibilità. Il remake utilizzerà anche l’audio 3D, la percezione aptica e i trigger adattivi, oltre ad altre caratteristiche hardware della PS5. “Sia i fan di vecchia data che i nuovi giocatori avranno l’opportunità di sperimentare sia The Last of Us Part I che la storia prequel Left Behind in un modo completamente nuovo“, ha promesso Naughty Dog.

Fin dalla sua conferma ufficiale, il remake di The Last of Us Parte 1 ha diviso i fan della serie: molti ritengono che non abbia senso che Sony investa tempo e risorse per pubblicare nuovamente il gioco, mentre altri credono che sia un modo perfetto per introdurre la saga a un nuovo pubblico prima del lancio della serie HBO. Indipendentemente da ciò che pensa la comunità, il remake di The Last of Us Parte 1 è già partito bene, considerando che la costosa Firefly Edition è andata esaurita in pochissimo tempo!