Final Fantasy: un capitolo molto amato potrebbe tornare in versione remastered

Le speculazioni sono nell’aria con l’imminente live stream del 25° anniversario di Final Fantasy VII di stanotte, con la speranza di ottenere finalmente dettagli su Final Fantasy VII Remake: Parte 2. Proprio in vista di questo streaming, però, The Snitch, un leaker che gode di una buona reputazione (la prima vera indiscrezione sul remake di The Last of Us è sua), ha anticipato che potrebbe esserci il reveal di una rimasterizzazione, quella di Crisis Core Final Fantasy VII.

Non ci sono indicazioni su cosa vedremo esattamente durante lo streaming (in diretta alla mezzanotte tra il 16 e il 17 giugno), anche se molti ipotizzavano che avremmo visto almeno l’imminente spin-off mobile Final Fantasy VII: Ever Crisis. The Snitch sembra però sicuro sul fatto che Crisis Core sia pronto a tornare.

Crisis Core remasterded è il prossimo annuncio di Square?

Nel corso degli anni, Final Fantasy VII è stato scorporato in una serie di giochi diversi, tra i quali i più noti sono Dirge of Cerberus e Crisis Core. Mentre Dirge of Cerberus è stato pubblicato su PlayStation 2, Crisis Core Final Fantasy VII è stato un’esclusiva della PSP e di conseguenza è sfuggito a molti.

Crisis Core Final Fantasy VII è uscito nel 2007 in Giappone ed era un prequel degli eventi di Final Fantasy VII con protagonista Zack Fair. Anche Aerith ha un ruolo importante nel gioco.

Il gioco ha anche corso un grosso rischio all’epoca utilizzando le meccaniche di un RPG d’azione invece dei combattimenti a turni come nel gioco principale, ora invece il combattimento in real time è lo standard per il franchise. Chi si è occupato dei combattimenti di FF XVI ha lavorato a Devil May Cry, per dire.

Fino a questo momento, Crisis Core Final Fantasy VII è stato esclusiva della PSP, il che ha fatto sì che la gente implorasse per una rimasterizzazione. Queste richieste sono diventate ancora più forti dopo l’uscita di Final Fantasy VII Remake.

Il tweet può sembrare inizialmente privo di significato, ma contiene alcuni indizi molto importanti. Innanzitutto, l’immagine esclude Cloud e include solo Zack e Aerith. Ma ancora più importante sono i quattro quadrati colorati sopra l’immagine, che sembrano indicare le quattro piattaforme PlayStation, Xbox, Nintendo e Steam.

Il primo pensiero potrebbe essere che si tratti di un’allusione al fatto che Final Fantasy VII Remake Part 2 sarà multipiattaforma, ma è quasi impossibile che il sequel venga pubblicato su Nintendo Switch.

Dal momento che il tweet mostra l’indizio criptico di più piattaforme, sembrerebbe che non si tratti solo della versione per PSP che verrà rilasciata tramite PS Plus Premium, ma piuttosto di una sorta di remaster.