Lorella Cuccarini, rabbia incontenibile: “Vergogna!”

Lorella Cuccarini è sempre stato un personaggio abbastanza tranquillo ed è raro vederla arrabbiata o infastidita, ma uno sfogo più capitare a tutti, soprattutto in certe situazioni.
La ballerina e cantante, impegnata lo scorso anno nel cast di Amici di Maria de Filippi, ha pubblicato un tweet carico di rabbia.

La Cuccarini, dopo aver terminato l’edizione 2021 di Amici, si sta occupando in questi giorni diverse personalità della musica: l’ultimo, in ordine cronologico, è stato Luigi Stangis, proprio il vincitore della scorsa edizione del talent show. Non è ancora chiaro se Lorella farà parte del cast anche per la prossima edizione, ma ciò che è certo è che uno spiacevole episodio capitato poche ore fa ha dato vita al suo pesante sfogo.

Una vergogna

Nonostante molti credano che le celebrità non vivano momenti spiacevoli nella vita di tutti giorni, questo è proprio il caso che dimostra il contrario: anche loro spesso incappano in problemi di logistica nella loro quotidianità che generano reazioni rabbiose, con la differenza che le loro parole hanno una superiore cassa di risonanza rispetto a quelle delle persone comuni.

Il bersaglio delle dure parole di Lorella Cuccarini è una nota azienda di telefonia che, secondo le parole della ballerina e cantante, non si è comportata nel migliore dei modi: “Complimenti a @WindTreOfficial: cambia unilateralmente un contratto da 200 giga, minuti illimitati e sms illimitati ad una ricaricabile. Il tutto senza preavviso. Provi a chiamare il call center: 40 minuti di attesa per non parlare con nessuno. Vergogna!

Da come possiamo evincere dal virgolettato pubblicato su Twitter, Lorella Cuccarini è incappata in uno spiacevole episodio con una compagnia telefonica, un problema purtroppo comune a molte persone, soprattutto in Italia. Lo sfogo della Cuccarini è stato generato non solo dal cambiamento del contratto senza preavviso, ma soprattutto per i tanti minuti in attesa al call center. Chissà se arriverà una risposta dall’azienda.