Forspoken rinviato di nuovo per colpa di God of War?

Forspoken è la nuova IP di Square Enix, un videogioco d’azione che miscela modernità e fantasy, un titolo che ha da subito attirato l’attenzione dei giocatori per il suo stile grafico realistico inserito in un contesto magico.

Il titolo sarà un’esclusiva temporale di PS5 su console, ma uscirà contemporaneamente anche su PC. Il suo rilascio era previsto per quest’anno, più precisamente per l’11 ottobre, ma è notizia di oggi che questo non avverrà nella data prevista.

Forspoken è stato rinviato, a comunicarlo è stato proprio il team attraverso un comunicato pubblicato su Twitter. Fortunatamente, è stata rivelata anche la nuova data di uscita.

Forspoken rinviato: c’entrano le altre esclusive?

Stando al comunicato pubblicato sull’account Twitter ufficiale del gioco, Forspoken uscirà il 24 gennaio 2023, poco più di tre mesi dopo la data preannunciata. Nel messaggio di Luminous Productions, il team che lo sta sviluppando, si leggono le motivazioni che hanno portato a questa decisione.

Sono più o meno quelle che vengono diramate in questi casi, cioè la necessità di fare del polishing, ovvero rifinire e ottimizzare il materiale a disposizione, per offrire ai giocatori un prodotto finale all’altezza delle aspettative. Sicuramente vero, però il dubbio un po’ viene. Proprio nel momento in cui God of War: Ragnarok riceve una data di uscita, Forspoken viene rinviato. Il tempismo è sospetto.

Facciamo mente locale: il 2 settembre uscirà The Last of Us: Part I, il remake del primo capitolo della serie Naughty Dog, l’11 ottobre sarebbe dovuto uscire Forspoken, mentre il 9 novembre è l’ora di God of War: Ragnarok. Insomma, appare abbastanza palese che Forspoken fosse stato messo tra due fuochi, tra incudine e martello.

Probabilmente, Square Enix, e forse la stessa Sony, hanno pensato che fosse meglio rimandare a un periodo più vuoto, più tranquillo. The Last of Us remake e God of war: Ragnarok sono due colossi, avrebbero monopolizzato l’attenzione e, quindi, i soldi dei giocatori. Da qui la decisione di spostare il fantasy al 24 gennaio, quando le acque si saranno calmate.

Non c’è nulla di male in questo, anzi, è una mossa molto intelligente che previene qualsiasi problema. Quando si ha così tanta carne al fuoco, bisogna adagiare tutto correttamente e nei tempi giusti affinché la grigliata venga bene e uniforme.