Elon Musk è nei guai: dovrà sborsare 50 miliardi di dollari

Elon Musk non se la sta passando liscia: l’imprenditore originario del Sudafrica dovrà sborsare circa 50 miliardi di dollari.

L’uomo più ricco del mondo

Elon Musk è uno degli imprenditori più famosi al mondo: le sue idee rivoluzionarie hanno cambiato radicalmente alcuni aspetti della nostra quotidianità, come le automobili grazie alla nascita della sua azienda Tesla, i pagamenti veloci con l’invenzione di PayPal e le imprese avanguardistiche per quanto riguarda la nanotecnologia con l’invenzione di Neurolink.

In pochi anni Elon Musk è diventato l’uomo più ricco della Terra con un fatturato di oltre 225 miliardi di dollari. L’imprenditore di origini sudafricane è divenuto talmente celebre da essere anche uno dei protagonisti più acclamati del gossip internazionale, per buonissime ragioni.

Elon Musk, infatti, è famoso anche per le sue frequenti scappatelle amorose e relazioni extraconiugali: oltre ai tre matrimoni che l’hanno visto protagonista, l’imprenditore ha avuto addirittura 6 figli che potrebbero addirittura diventare 8 se le parole della dirigente di Neurolink fossero confermate: la donna, infatti, ha dichiarato di avere avuto una relazione con Elon Musk dalla quale sono nati due gemelli.

Spazio e videogiochi

Elon Musk, oltre alla passione per le nanotecnologie e i motori, ha anche una passione smisurata per lo spazio: l’imprenditore ha infatti ideato la sua personale società aerospaziale chiamata SpaceX con la quale prevede un giorno di portare l’umanità su Marte e colonizzare il pianeta rosso.

La sua voglia di esplorazione spaziale è confermata anche da un videogioco da lui stesso ideato: Blastar, un gioco che Musk realizzò quando aveva appena 12 anni nel 1984. Questo titolo è ambientato ovviamente nello spazio e qualche anno fa ne è stata realizzata anche una versione HTML dopo la diffusione del codice sorgente.

Guai in vista: causa multimiliardaria

Una delle notizie che ha sconvolto l’imprenditoria digitale negli ultimi anni è stata la volontà di Elon Musk di acquistare la piattaforma Twitter per oltre 44 miliardi di dollari. Lo scorso aprile era quasi cosa fatta con alcuni contratti con l’azienda già accordati, ma qualcosa è cambiato.

Elon Musk ha rinunciato all’acquisto di Twitter e l’operazione finanziaria si è arenata: i dirigenti dell’azienda non ci stanno e sono intenzionati ad andare per vie legali per convincere Musk a completare la transizione e rispettare gli accordi.