Bonus Psicologo: come fare domanda

È ora possibile fare domanda per il bonus psicologo che fornirà a chi ne ha i requisiti dei buoni da spendere in sedute psicologiche.

psicologo

Dopo rifiuti e lunghe attese, è stato finalmente definito il Bonus Psicologo 2022 che garantirà, a chi ne farà richiesta e avrà i requisiti, una somma di denaro da spendere per l’analisi della propria salute mentale. Chi potrà usufruirne godrà di un massimo di 600€ da utilizzare presso psicologi iscritti all’Albo, con l’unico requisito per il paziente di avere un ISEE fino a 50mila euro. Via alle domande a partire da oggi 25 luglio, avete tempo fino al 24 ottobre, ma avrà priorità chi lo richiede prima.

Cosa è il Bonus Psicologo?

Il Bonus Psicologo è un sussidio Covid per i privati cittadini, previsto dalla legge di conversione del decreto Milleproroghe 2022. L’articolo 1-quater della legge n. 15/2022, al comma 3, definisce chi vi può accedere. Offre un contributo pubblico, per pagare un ciclo di sedute di psicoterapia post-stress pandemico.

C’è chi in questi due lunghi anni di chiusura e distanza dalle relazioni sociali si potrebbe essere rinchiuso in una realtà privata, chi è diventato ipocondriaco o, in riferimento ai gamer, chi si è chiuso nei videogiochi e ora non riesce più a ritrovare i ritmi della quotidianità.

Requisiti Bonus Psicolgo

Possono accedere al Bonus Psicologo le persone che, a causa della pandemia Covid, si trovano in una condizione di stress, ansia, depressione e fragilità e che siano nella condizione di beneficiare di un percorso psicoterapeutico.

Possono beneficiare anche più persone dello stesso nucleo familiare (il decreto non prevede limitazioni in questo senso). L’assegnazione del beneficio andrà prioritariamente alle persone con ISEE inferiore, in base all’ordine di arrivo delle domande. Ciascun beneficiario, ne fruisce una sola volta, per un importo corrispondente alla situazione reddituale.

Quanto è possibile ottenere con il Bonus Psicologo?

Ecco i parametri di accesso al Bonus in base all’ISEE:

  •  con ISEE inferiore a 15mila euro il bonus è di 600 euro;
  • con ISEE compreso tra 15mila e 30mila euro è pari a 400 euro;
  •  con ISEE tra 30mila e 50mila il bonus è di 200 euro.

L’elenco dei professionisti sarà consultabile in una sezione riservata del portale INPS online dopo che l’Ordine ne avrà comunicato i nominativi all’Istituto. L’importo di ogni seduta deve essere minore o uguale a 50 euro.

Come fare domanda per il Bonus Psicologo

psicologo due

La domanda (per sé stesso o per un minore, autocertificando i requisiti richiesti) si presenta online tramite il servizio INPS denominato “Contributo sessioni psicoterapia”, attivata nel corso della giornata di lunedì 25 luglio, seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”.

Per accedervi andate sul portale web dell’Istituto (www.inps.it) con SPID di livello 2, Carta di identità elettronica (CIE) 3.0 e Carta Nazionale dei servizi (CNS); Altrimenti è possibile contattare il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o 06 164.164 (da rete mobile a pagamento).

Al termine del periodo stabilito per la presentazione delle domande (24 ottobre per il 2022), saranno stilate le graduatorie per Regione e Provincia autonoma, tenendo conto del valore ISEE e dell’ordine di presentazione. L’esito sarà anche notificato tramite SMS e/o mail ai richiedenti, consultabile anche sulla procedura utilizzata per la domanda, nella sezione “Ricevute e provvedimenti”.

Per ottenere il Bonus Psicologo si dovrà fare domanda all’INPS, che redigerà le graduatorie in base all’ISEE ad all’ordine cronologico di arrivo delle richieste. L’Istituto comunicherà l’accoglimento della richiesta inviando un codice univoco da comunicare allo psicologo per emettere la fattura da caricare sul sito INPS per il rimborso.

Non serve l’impegnativa del medico di famiglia, basterà consultare l’elenco INPS online per scegliere il professionista da cui recarsi. L’INPS comunica ai beneficiari l’accoglimento della domanda e associa a ciascuno un codice univoco per il bonus, che deve essere utilizzato entro 180 giorni dalla data di accoglimento della domanda. Tramite funzione specifica del portale INPS, lo psicoterapeuta di volta in volta verifica la quota residua spettante di bonus del beneficiario e l’aggiorna caricando i dati delle fatture.