Le sette superstizioni più strane in Giappone

Il Giappone ha una storia affascinante, ancor di più lo è il loro folklore, quell’insieme di credenze popolari che si sono tramandate nei secoli. I giapponesi sono molto superstiziosi, ecco sette usanze davvero strane.

superstizioni in giappone

Non tutti lo sanno, ma i giapponesi sono molto superstiziosi, hanno un ricchissimo campionario di credenze popolari che segna la loro vita in ogni piccolo particolare. Le superstizioni giapponesi sono spesso legate alla morte, un concetto che in Giappone ha risvolti sia macabri sia romantici.

In Giappone davvero molte cose, anche quelle più assurde e innocue, possono avere un significato recondito che a noi occidentali può sembrare assurdo. Ecco le sette superstizioni più strane dei giapponesi.

Cosa porta sfortuna in Giappone?

  • Tagliarsi le unghie di notte può apparire come un gesto innocuo, in Giappone invece è meglio non farlo. Chi lo fa potrebbe non essere vicino ai propri genitori quando questi moriranno.
  • Se andate a un matrimonio in Giappone, non regalate mai coltelli o oggetti affilati perché di cattivo auspicio. Stessa cosa dicasi per gli specchi: questi infatti potrebbero rompersi e, proprio come in Italia, uno specchio che si rompe non porta bene.
  • Molti soffrono di aracnofobia, la paura dei ragni, in Giappone però questi animaletti possono essere amati o odiati in base a quando si fanno vedere. Vedere un ragno di mattina porta bene, vederne uno di notte porta male.
  • In Giappone starnutire o pulirsi il naso davanti a tutti è considerato un gesto maleducato, c’è però anche una credenza popolare su di esso. Se starnutisci una volta, qualcuno sta parlando bene di te, se fai molti starnuti consecutivi, qualcuno sta parlando male di te.
  • Da noi il numero 17 porta sfortuna, invece in Giappone è il numero 4 ad avere questa nomea. Il numero quattro in giapponese si pronuncia shi, proprio come la parola “morte”. Dunque, il numero quattro è legato alla morte. In alberghi e ospedali la camera numero 4 non c’è, sugli ascensori il tasto 4 non esiste.
  • In Giappone si crede che porti sfortuna farsi fotografare quando si è in tre. Ma non per tutti, solo per chi sta in mezzo. La persona che sta nel mezzo nel trio fotografato, infatti, morirà prima degli altri due.
  • I giapponesi non regalano vasi con piante ai parenti in ospedale. Le piante mettono radici, pertanto farebbero aumentare il tempo di degenza del malato.