I guadagni di Konami senza Silent Hill e Metal Gear

Konami ha lasciato in uno stanzino le sue IP più famose e remunerative, Silent Hill, Metal Gear Solid e Castlevania, ormai da parecchi anni. Come stanno andando le cose dal punto vista economico per la società giapponese di videogiochi?

Konami ha fatto la storia dei videogiochi con serie che sono diventate veri e propri oggetti di culto, Silent Hill, Metal Gear Solid e Castlevania contano milioni di appassionati in tutto il mondo, ma la società giapponese ha deciso di punto in bianco di abbandonarle.

Si è attirata l’ira dei fan, ma ciò che davvero conta per un’azienda sono i profitti. Da questo punto di vista, come vanno le cose in casa Konami? Non come ci si aspetterebbe.

Konami guadagna anche senza le sue serie migliori

Si potrebbe pensare che una società che lascia morire le sue migliori serie possa risentirne economicamente, ma non è avvenuto con Konami. Lasciando da parte i profitti che l’azienda si assicura in Giappone con i pachinko, cioè le slot machine, anche il reparto videogiochi gode di ottima salute.

Stando all’ultimo rapporto stilato, Konami ha guadagnato solo nell’ultimo trimestre ben 535 milioni di dollari, con un aumento del 5,2% rispetto allo stesso periodo del 2021.

I profitti (cioè, la differenza tra entrate e uscite) sono invero calati del 30%, ma si tratta di un effetto collaterale causato dall’aumento del prezzo delle materie prime e dei costi di produzione e marketing che non genera preoccupazione.

Ma come ha fatto Konami a guadagnare così tanto senza Silent Hill, Metal Gear Solid e Castlevania? Il titolo che le ha permesso questo successo finanziario è Yu-Gi-Oh: Master Duel, il card game mobile tratto dalla serie anime che ha fatto registrare milioni di download.

E-Football, invece, ha visto una rapida ripresa da quando è stato aggiornato alla versione 1.0, ma è ancora ben lontano dai fasti dell’era PES. Insomma, Konami può sopravvivere anche senza le sue serie più famose e amate, i giocatori un po’ meno. La speranza è che Konami si convinca comunque a riprenderle.