Le scorte di PS5 potrebbero ridursi ancora per colpa della Cina

La PS5 è introvabile e la cosa, nonostante le recenti rassicurazioni, potrebbe peggiorare a causa della Cina e della situazione internazionale che si sta venendo a creare. Vediamone i motivi.

Trovare una PS5 è diventato come cercare un ago nel pagliaio e se anche ci si riuscisse i prezzi non sarebbero accettabili, a causa della speculazione di rivenditori poco onesti e dei bagarini. Di recente, sono arrivate alcune rassicurazioni da parte di Sony, nonostante la crisi non sia ancora vicina alla sua conclusione.

Ciò che però sta accadendo a livello internazionale potrebbe ulteriormente peggiorare le cose. Se la guerra tra Russia e Ucraina poteva non impattare più di tanto sulle scorte di PS5, ciò che sta avvenendo in territorio cinese potrebbe farlo gravemente.

Se Taiwan venisse invaso…

La Cina ha avviato esercitazioni militari di accerchiamento a Taiwan, minacciando un’invasione dell’isola, ritenuta dal governo cinese un proprio territorio. Questa settimana il presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha visitato Taiwan. È il più alto funzionario del governo statunitense a visitare il paese asiatico negli ultimi 25 anni. Ciò sta provocando una crisi geopolitica molto pericolosa.

Ma cosa c’entra la PS5? Presto detto. La Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), con sede a Taiwan, è l’azienda asiatica di maggior valore. Produce molti dei chip che servono alla produzione di CPU e GPU dei nostri PC e dei nostri smartphone. Data l’importanza di TSMC, non solo per l’industria tecnologica mondiale ma anche per la stessa economia globale, queste ultime tensioni rischiano di essere un vero e proprio disastro.

Il presidente di TSMC Mark Liu, intervistato da Fareed Zakaria della CNN ha dichiarato:

Se si ricorre a una forza militare o a un’invasione, la fabbrica di TSMC non sarà più in grado di funzionare. Poiché si tratta di un impianto di produzione molto sofisticato, dipende dalla connessione in tempo reale con il mondo esterno, con l’Europa, con il Giappone, con gli Stati Uniti.

Importanti aziende come Apple, AMD, Nvidia, Qualcomm e persino Intel si affidano a TSMC per la produzione di chip. Se la produzione dovesse cessare, la fornitura di molti di questi prodotti si ridurrebbe drasticamente. Dunque, anche le scorte di PS5 (che monta una scheda AMD) potrebbero ridursi ulteriormente.