Con il prossimo Deus Ex, Eidos vuole fare meglio di Cyberpunk 2077

Un nuovo Deus Ex si farà, almeno stando ad alcune voci, tra cui quella di un noto giornalista. C’è di più: Eidos vuole fare ciò che Cyberpunk 2077 non è riuscito a fare.

Dopo l’acquisizione di Square Enix da parte di Embracer Group all’inizio di quest’anno, Eidos Montreal starebbe pensando di riportare in vita Deus Ex. Lo studio non avrebbe neanche iniziato il progetto, ma ci sono rumor che affermano che Eidos Montreal voglia fare scacco matto a un altro noto videogioco che avrebbe dovuto spaccare il mondo, fallendo.

Il primo Deus-Ex è uscito originariamente nel 2000, mentre l’ultimo capitolo, Mankind Divided, è stato pubblicato nel 2016 per PlayStation 4, Xbox One e PC. Da allora la serie è rimasta inattiva, ma dopo l’acquisizione da parte di Embracer Group di Square Enix e dei suoi studi sussidiari all’inizio di quest’anno, sembra che dietro le quinte si stia verificando un grande cambiamento che potrebbe vedere il ritorno del franchise dopo sei anni.

Deus Ex punta Cyberpunk 2077

La notizia della rinascita di Deus Ex proviene da Jeff Grubb, giornalista e insider del settore che, durante un recente episodio del podcast Game Mess Mornings, ha dichiarato di aver “sentito voci” che vorrebbero Eidos Montreal tornata a discutere del futuro di Deus Ex. Grubb ha poi affermato che lo studio punta a fare “ciò che Cyberpunk 2077 non è riuscito a fare”.

Come molti fan ricorderanno, Cyberpunk 2077 era una delle uscite più attese del 2020, ma non è riuscito a capitalizzare l’entusiasmo dopo un lancio difficile. Non solo per i bug e le catastrofiche versioni old gen, Cyberpunk 2077 ha fallito anche nel suo voler essere un rpg complesso. Nonostante la bellissima ambientazione e una storia ben scritta, nel titolo di CD Projekt Red mancavano un sacco di feature promesse e l’impressione generale era quella di un titolo monco, con poca libertà decisionale e ruolistica.

Poiché anche Deus Ex è ambientato in una società distopica cyberpunk, sarebbe logico che lo studio si proponesse di fare ciò che il titolo di CD Projekt Red non è riuscito a fare. Tuttavia, Grubb afferma che è ancora presto per qualsiasi tipo di speculazione.