L’uomo dalla cannuccia magica

Un uomo ha utilizzato una semplice cannuccia per fare qualcosa di straordinario

L’ingegnosità umana non ha confini. Un musicista danese, Peter Bastian, purtroppo da poco scomparso, ha utilizzato una cannuccia di plastica per fare della musica stupenda.

Bastian ha intagliato una cannuccia di plastica in modo da creare uno strumento a fiato a doppia ancia, producendo una melodia di incredibile complessità considerando che proviene beh, da una semplice cannuccia. Sul web si è discusso parecchio della veridicità del video, dato che è quasi impossibile credere che sia possibile produrre una canzone con questi mezzi.

Fonti vicine all’artista, autore del testo “Into the music”, riportano che era solito presentare questa performance di fronte a platee di allievi incantati durante le sue lezioni, e quindi portano a pensare che questo video non sia falso come molti potrebbero pensare. Inoltre, un’analisi accurata porta ad escludere che la traccia musicale sia stata sovrapposta a un video di una “finta” performance, nonostante sia difficile crederlo: la mimica facciale, la respirazione e l’articolazione delle dita sono perfettamente sincronizzate con i suoni prodotti.

Il video della performance lascia a bocca aperta

Non è la prima volta che musicisti con talento sovrannaturale si cimentano nella creazione di strumenti musicali a partire da oggetti di uso comune, ma questa arte è alla portata di tutti: nel web è facile trovare tutorial a misura di bambini per l’autocostruzione di strumenti musicali, a partire dalle percussioni con bidoni, passando per le chitarre di cartone di varie dimensioni, arrivando fino ai didgeridoo. Non è lo strumento, ma la maestria che fa l’artista!

Tornando alle cannucce, anche il flautista Naveen Kumar ha ideato quello che lui chiama “sassofono a cannuccia”, il che rappresenta un ulteriore argomento a favore della veridicità della performance di Bastian, se ancora non riuscivate a credere alle vostre orecchie.