Nintendo Switch non aumenterà di prezzo

Aumento di prezzo in vista per Nintendo Switch? I futuri acquirenti possono stare tranquilli, stando alle parole del presidente dell’azienda che assicura di non avere alcun piano relativo a un aumento di prezzo della console.

La crisi dei semiconduttori sta creando problemi un po’ a tutte le aziende produttrici di console per videogiochi. La pandemia è la causa principale, ma ora che le cose stavano per migliorare ci si è messa di mezzo una possibile crisi internazionale provocata dall’ingresso della Cina sull’isola di Taiwan.

Il paese insulare, infatti, è il maggior produttore e distributore di semiconduttori che vengono utilizzati per smartphone, PC e appunto console. Questa carenza di componenti ha come risultato l’impossibilità di trovare sul mercato le console e, di riflesso, potrebbe provocare un aumento di prezzo delle stesse.

PS5 è l’esempio più lampante della situazione, ma anche Nintendo Switch inizia ad avere problemi di approvvigionamento. Il presidente di Nintendo, però, rassicura i futuri acquirenti: la console non aumenterà di prezzo.

Il prezzo di Switch rimarrà lo stesso

In queste settimane, si è parlato molto della possibilità che PS5 potesse aumentare di prezzo, Sony non ha né smentito né confermato, mentre il presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa, ha voluto chiarire la posizione dell’azienda giapponese.

Chi vorrà acquistare la console in futuro non vedrà alcun aumento di prezzo, nonostante la crisi dei semiconduttori e l’innalzamento dei costi di produzione e marketing che la società sta affrontando, soprattutto per il modello più recente, Switch Oled.

Non stiamo prendendo in considerazione un aumento di prezzo a questo punto, per due ragioni: per poter mantenere come target un pubblico molto ampio, vogliamo evitare che il prezzo possa tagliare fuori alcuni utenti, inoltre Nintendo ha venduto più di 100 milioni di unità finora ed è importante mantenere l’andamento delle vendite visto finora per il nostro business.

Insomma, la politica di Nintendo appare chiara, mantenere stabili i prezzi per non allontanare gli utenti anche a costo di vendere leggermente in perdita, come sta effettivamente accadendo con il modello Oled, i cui costi di produzione si sono notevolmente incrementati.