Il treno del cielo

Gli scienziati cinesi stanno sperimentando un treno MagLev sospeso

I treni a levitazione magnetica -MagLev- sono dei treni che viaggiano senza toccare le rotaie, sfruttando la levitazione magnetica. Sono diffusi sin dagli anni ’70, ma le loro potenzialità continuano ad essere esplorate. Possono raggiungere la velocità di 600 km/h, il che permetterebbe di raggiungere Milano da Napoli in soli 60 minuti.

La Cina sta lavorando a una linea sperimentale, Red Rail, lunga 800 metri, che sfrutta la levitazione magnetica in un modo peculiare: il treno in questo caso è sospeso, al di sotto del binario. Sfrutta infatti dei magneti permanenti che possono tenere a galla un “treno del cielo” per sempre, anche senza alimentazione.

Secondo i ricercatori della Jiangxi University of Science and Technology, grazie alle condizioni di galleggiamento libero e all’assenza di attrito, è necessaria solo una piccola quantità di elettricità per spingere il treno. Non solo la MagLev sospesa è amica dell’ambiente, ma ha il potenziale per essere più silenziosa, più veloce e più confortevole dei treni tradizionali.

La tecnologia usa dei magneti arricchiti di elementi rari

Come funzionano i magneti permanenti? Il processo di attrazione e repulsione dei magneti tradizionali con poli opposti non è destinato a durare, in quanto il potere magnetico si esaurisce nel tempo.

L’aggiunta di elementi rari, come il neodimio, ne aumenta la durata. La perdita di magnetismo si riduce a meno del 5% in un secolo, il che li rende il magnete permanente e il treno operativo per sempre, anche senza alimentazione.

A differenza della maggior parte delle linee MagLev esistenti, la rotaia sospesa opera a circa 10 metri dal suolo. Al momento raggiunge gli 80 km/h, ma le autorità di trasporto locali dichiarano che, dopo alcuni test, la sua velocità massima potrebbe raggiungere i 120 km/h.

Long Zhiqiang, professore dell’Università Nazionale della Difesa di Changsha e coinvolto nel progetto della Red Line, ha dichiarato che il MagLev sospeso è di gran lunga superiore all’alternativa sotterranea in termini di velocità e comfort. Non solo evita gli ingorghi, ma permette ai passeggeri di avere un ampio campo visivo “evitando gli ingorghi e godendosi il paesaggio della città mentre si va e si torna dal lavoro”.