Steam banna sviluppatore dal forum del gioco che lui ha creato

Uno sviluppatore si è visto bannare dal forum dedicato al gioco che lui stesso ha creato per avere generato flame nella community. Vediamo cos’è successo.

Uno sviluppatore è stato bannato dal forum di Steam del suo gioco dopo aver ripetutamente violato le regole e le linee guida della piattaforma.

Lo sviluppatore Nicholas Leonhard Gorissen di Dolphin Barn Incorporated ha condiviso su Twitter uno screenshot del suo ban, in cui vengono descritti i suoi presunti comportamenti scorretti: “Questa è la seconda volta che uno dei tuoi post violi le nostre regole e linee guida di discussione, in particolare insultando o flammando un altro utente”.

La nota aggiunge: “Stiamo anche notando una tendenza all’invio di messaggi offensivi quando si bannano i giocatori dal proprio hub. Quando pubblichi qualsiasi contenuto nella Community o comunichi con i tuoi giocatori, assicurati di rispettare le linee guida”.

Uno sviluppatore turbolento

Ma non è tutto. Lo sviluppatore sembra avere un carattere davvero turbolento, poco aperto alle critiche e con opinioni poco edificanti su temi sociali molto importanti. Sembra infatti che Nicholas Gorissen reagisca male se qualcuno recensisce male il suo gioco su Steam e condivida opinioni estreme su omosessualità e transgender.

Secondo quanto riferito, lo sviluppatore può ancora pubblicare patch per il suo gioco che si intitola Gladiator, anche se lo stesso Nicholas ha recentemente dichiarato che probabilmente non rilascerà più aggiornamenti.

All’inizio di quest’anno, il suo gioco indie Gladiator ha collezionato centinaia di recensioni “molto negative” su Steam, soprattutto dopo che lo sviluppatore ha aggiunto messaggi anti-mascherina nelle note delle patch.

Non è stata nemmeno la prima volta che lo sviluppatore ha inserito messaggi controversi nei dettagli della patch. Nel maggio dello scorso anno, scrisse: “Gli uomini deboli mancano di carattere. Una forte fibra morale si guadagna con il duro lavoro e il sacrificio e non può essere ottenuta tramite Onlyfans o Pornhub”.

Insomma, forse avrebbe dovuto pensare di più a migliorare il suo videogioco.