I gamberi hanno il cuore nella testa

Il crostaceo ha risolto un dissidio tipicamente umano

I gamberi fanno parte della famiglia dei crostacei e sono presenti in diverse specie: possono essere di mare, d’acqua dolce o d’acqua salata.

Famosi per essere la specie animale che cammina all’indietro, in realtà sono perfettamente capaci di camminare in avanti, usando le appendici collocate sul torace. Sebbene possano spostarsi in entrambe le direzioni, la retromarcia è una reazione istintiva quando si trovano di fronte a un pericolo improvviso, allo stesso modo in cui noi umani balziamo all’indietro.

A differenza degli umani, però, che spesso hanno difficoltà a decidere se ascoltare il cuore o lasciar deliberare il cervello, i gamberi non hanno di questi problemi: il loro cuore è collocato nella testa.

Il termine “gambero” include almeno 2000 specie diverse, ma tutte sono decapodi (hanno cinque paia di piedi) e hanno un esoscheletro al posto della spina dorsale, che fornisce protezione e struttura al corpo.

L’anatomia del gambero

Il corpo dei gamberi è diviso in due parti principali: il cefalotorace e l’addome. Il cefalotorace si chiama così perché l’animale non è dotato di un vero e proprio torace con i suoi organi vitali, quindi forma un tutt’uno con la testa.

Il cefalotorace termina con il rostro, un prolungamento anteriore del carapace, sulla fronte dell’animale. Ai lati del rostro si trovano un paio di occhi, un paio di lunghe antenne e un paio di brevi antennule.

Il cefalotorace è protetto da un robusto carapace, e al suo interno si trovano le branchie, il cervello, la vescica, la prima parte del sistema digerente con gli stomaci, l’apparato riproduttore e, appunto, il cuore. Esso si trova quindi nella testa, in posizione dorsale.