Il remake di Knights of the Old Republic ha cambiato sviluppatore

Il prossimo remake di Star Wars: Knights of the Old Republic avrebbe cambiato studio di sviluppo. I problemi provocati da una demo insoddisfacente, avrebbe convinto il publisher a cambiare sviluppatore.

Stando a un nuovo report di Bloomberg, che ha parlato con una persona a conoscenza del travagliato sviluppo del gioco, il remake di KOTOR, rpg ambientato nell’universo di Star Wars, avrebbe cambiato developer. Secondo questa fonte, il remake di KOTOR sarebbe stato sottratto all’ex sviluppatore Aspyr Media e consegnato a Saber Interactive.

Va notato che entrambi gli studi stavano lavorando insieme al remake in uno sforzo collaborativo. Entrambi sono di proprietà della società madre Embracer Group, e sembra che dopo un precedente rapporto in cui si affermava che il remake di KOTOR aveva deluso in una demo a porte chiuse, Saber abbia assunto pienamente i compiti di sviluppo.

Saber da sola al timone di KOTOR

In un precedente rapporto dell’inizio dell’anno, si affermava che diversi responsabili dello studio di Aspyr Media erano stati licenziati dopo la presentazione del remake di KOTOR. Un direttore del design e un direttore artistico avrebbero lasciato lo studio poco dopo la presentazione del progetto e il futuro del remake di KOTOR è stato lasciato in forte dubbio.

Nei mesi successivi, Embracer Group ha rivelato che un gioco AAA aveva cambiato sviluppatore, ma aveva rassicurato sul fatto che non ci sarebbe stato alcun ritardo. All’epoca, molti sospettavano che si trattasse proprio del remake di KOTOR, visto che Embracer non lo aveva dichiarato apertamente, ma grazie a questo nuovo report, ci sono ancora più prove che questo progetto enigmatico sia il remake dell’rpg di Star Wars.

Il remake di KOTOR non ha ancora una data di uscita certa, ma il report originale affermava che il 2025 sarebbe potuta essere una data probabile. A questo punto, non si può mettere la mano sul fuoco su nulla.