Nintendo non aumenterà il prezzo di Switch

Sony ieri ha deciso di aumentare il prezzo di PS5, Microsoft ha invece optato per una strategia diversa. E Nintendo? La società giapponese farà come Microsoft, nessun aumento in vista per Switch.

Nintendo ha confermato che non aumenterà il prezzo dei modelli disponibili sul mercato di Switch, quello standard e l’Oled. In un’intervista rilasciata a VGC, la divisione britannica dell’azienda ha confermato che Nintendo “non ha in programma di aumentare il prezzo della console”.

Questa dichiarazione segue l’aumento di prezzo che Sony ha attuato con effetto immediato nella giornata di ieri per entrambi i modelli di PlayStation in Europa, Giappone, Cina, Australia, Messico e Canada e in alcune regioni dell’Africa e dell’America Latina a causa delle “difficili condizioni di mercato” e degli “alti tassi di inflazione“. Ora Nintendo ha rassicurato i clienti che non intende replicare le azioni di Sony.

Switch non aumenterà, proprio come la Xbox

Il portavoce di Nintendo UK ha dichiarato che i prezzi sono determinati dai rivenditori, ma che i prezzi commerciali rimarranno invariati. In precedenza, il presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa aveva dichiarato, in occasione dell’82° assemblea generale della società, che per il momento Nintendo non avrebbe aumentato il prezzo dello Switch. In una successiva intervista a Nikkei, ha anche rassicurato che, nonostante l’aumento dei costi di spedizione e le incertezze del mercato, l’azienda non ha ancora intenzione di aumentare il prezzo.

Insomma, più e più volte Nintendo ci ha messo la faccia per rassicurare i giocatori preoccupati dagli eventi di ieri.

È interessante notare che anche Microsoft ha confermato che non aumenterà il prezzo di Xbox Series X e S. Due forti prese di posizione in contrapposizione con quella di Sony e del mercato in generale che sembrerebbe costringere molte aziende ad attuare forti rincari sui loro prodotti. Nintendo e Microsoft sono due voci fuori dal coro, fortunatamente per le tasche dei consumatori.