5 oggetti più rubati dagli hotel

Una cattiva abitudine di taluni turisti, anche italiani, è quella di rubare oggetti di vario genere dagli hotel, come se ciò che è presente nella stanza diventasse di proprietà dell’ospite. Ce ne sono cinque che vanno letteralmente a ruba.

La vita in hotel è una favola, ci si alza quando si ha voglia, si esce e si entra a nostro piacimento, si viene serviti a colazione e spesso e volentieri la vista è incantevole. Alcune persone, però, se ne approfittano e hanno la cattiva abitudine di rubare oggetti di vario genere dalla stanza in cui sono stati ospiti.

Non è sicuramente bello, ma è ormai diventata quasi un’usanza, tanto che esistono vere e proprie classifiche sugli oggetti più sgraffignati dagli hotel. Ce ne sono cinque che vanno letteralmente a ruba per motivi tra l’altro inspiegabili.

Cosa rubiamo di più negli hotel?

  • Un classico è rubare gli asciugamani mettendoseli nelle valigie con nonchalance, come se li avessimo portati noi da casa. In generale, tutto ciò che è bianco, profumato e soffice presente in un hotel fa gola ai turisti che non possono fare a meno di portarsi a casa un accappatoio caldo e accogliente.
  • Le bevande del minibar sono un oggetto che fa diventare l’uomo ladro. Se si apprezza particolarmente un buon liquore dopo cena, quale buona occasione per scarne scorta se non prenderne un po’ dai minibar dell’hotel?
  • Le lampadine, incredibilmente, sono tra gli oggetti più rubati dagli hotel. Non crediamo abbia molto senso, ma probabilmente chi le ruba sa qualcosa che noi non sappiamo.
  • A casa capita di non trovare abbastanza forchette o coltelli nei propri cassetti della cucina, e allora rubiamo le posate dagli hotel, qual è il problema? I ladri sanno essere delle… buone forchette.
  • Sembra assurdo, ma uno degli oggetti più rubati dagli hotel è la Bibbia. Il libro sacro della religione cristiana è un oggetto richiestissimo e occultatissimo. Forse sulle tavole di Mosè non c’era scritto ‘Non rubare’, siamo noi che ci ricordiamo male.