L’alternativa al vaccino? Lo spray nasale al DNA sintetico

Lo spray utilizza molecole simili al DNA per ostacolare la replicazione della SARS-CoV-2

Non sono ancora stati fatti studi clinici sull’uomo, ma lo spray nasale anti-Covid potrebbe diventare la soluzione più efficace – ed economica – per difendersi dal terribile virus con cui stiamo imparando, ormai, a convivere.

I ricercatori di tutto il mondo hanno fatto a gara per sviluppare nuovi vaccini, antivirali e altre terapie per bloccare gli attacchi del Covid-19, ma il virus ha continuato ad evolversi fino a diventare un problema endemico.

Il vaccino ci ha protetti, ma le continue mutazioni del virus e la difficoltà logistica degli alti tassi di richiamo significano che sarà necessario sviluppare una migliore strategia di difesa.

Anders Näär, professore di biologia metabolica alla UC Berkeley, ha una soluzione migliore:

Uno spray nasale, disponibile ovunque e a basso costo, in grado di impedire a qualcuno di infettarsi o di prevenire malattie gravi, potrebbe essere immensamente utile

Lo studio da lui guidato, pubblicato su Nature Communications, presenta uno spray nasale che utilizza brevi frammenti di DNA sintetico chiamati “oligonucleotidi antisenso” (o ASO) per ostacolare la replicazione della SARS-CoV-2.

Buone notizie per gli agofobici

Gli ASO possono essere programmati per aderire a specifiche stringhe di RNA, impedendo che queste vengano copiate o trasformate in proteine.

In laboratorio, l’ASO ha impedito al Coronavirus di replicarsi nelle cellule umane. Negli esperimenti sugli animali ha prevenuto l’infezione, se somministrato precocemente, e ha trattato il COVID-19 dopo l’infezione.

In laboratorio, ok, ma funzionerà come spray nel naso delle persone? Quando è stato spruzzato nel naso di topi e criceti, l’ASO ha protetto contro e trattato il COVID-19, ma, cosa altrettanto importante, non ha scatenato una risposta immunitaria propria, suggerendo che probabilmente non causerà effetti collaterali tossici nelle persone.

Il prossimo passo è produrre gli ASO su larga scala, e fortunatamente sono molto stabili e relativamente economici da produrre.