Ma quanto sono adorabili gli opossum?

Sono assolutamente innocui e molto carini

Gli opossum sono dei marsupiali della famiglia dei Didelfidi, e ne esistono 75 specie suddivise a loro volta in 11 generi. Purtroppo è quasi impossibile incontrarne uno in Italia, dato che il loro habitat si estende dal Canada meridionale fino all’Argentina.

Scopriamo qualche curiosità su questo adorabile animaletto!

Se avvicinato da un umano che invade il suo habitat, l’opossum è probabile che si spaventi talmente tanto da svenire – più o meno come si consiglia di fare alle persone che incontrano un orso, solo che gli opossum si sentono male davvero.

Ha un set di ben 50 denti, più di ogni altro mammifero nordamericano.

Somiglia a un grosso ratto, con i suoi circa 50cm di statura, ma al contrario dei roditori non morde, non è sporco e non trasporta malattie come la rabbia. La sua temperatura interna infatti lo impedisce, oltre al fatto che si pulisce costantemente, un po’ come i gatti – e pulendosi ingerisce circa 5.000 zecche l’anno!

L’opossum è molto più imparentato ad un canguro che a un ratto, essendo un marsupiale.

Un mammifero da record

Le sue zampette hanno pollici opponibili, e ha una lunga coda che lo aiuta a scalare gli alberi. È onnivoro, e ingerisce qualsiasi cosa gli capiti: pesce, insetti, scarafaggi, serpenti, ortaggi, e anche il cibo per gatti e cani che gli umani lasciano all’aperto per i loro animali domestici.

Il periodo di gestazione è il più breve tra tutti i mammiferi, con soli 15 giorni, e le cucciolate possono essere addirittura di 20 pargoli alla volta! Presenta anche la caratteristica sacca sul ventre dei marsupiali, in cui i cuccioli – che nascono prematuri – continuano a crescere dopo la nascita.

Appena crescono abbastanza da poter uscire dal marsupio della madre, si attaccano alla sua schiena e lì rimangono finché non “cadono”, pronti ad avere la loro vita autonoma.