Quante caramelle servono per morire?

I cibi di tutti i giorni possono ucciderci se ingeriti in grande quantità: ecco quante caramelle servono per morire.

Il cibo è fonte di energia per il nostro corpo, ma come tutta l’energia del mondo se ne abusiamo potrebbero esserci spiacevoli conseguenze. Come una macchina può danneggiarsi se viene sovraccaricata di energia, anche il nostro corpo può andare incontro a seri problemi se ingeriamo troppo cibo.

Non si parla soltanto di malattie come l’obesità, ma anche abusare di uno stesso cibo può provocare reazioni chimiche che portano all’avvelenamento del nostro corpo: pensate che anche l’acqua, che sembra così innocente, può essere dannosa in quantità eccessive!

Il Potassio è molto utile per il nostro corpo, ma può anche avvelenarci se ne assumiamo troppo: se un giorno vi svegliate con la malsana idea di mangiare 480 banane sappiate che questo è il limite che vi garantirà un biglietto di sola andata per l’oltretomba.
Anche il tanto amato caffè da noi italiani può essere mortale: niente paura però, per uccidere una persona servono ben 70 tazzine di questa magica bevanda, circa la quantità che uno studente universitario assume in sessione.

La cara e vecchia Vitamina C che tanto piace ai nostri amici dottori, soprattutto per combattere i sintomi influenzali, ha una dose letale! In questo caso però il limite è esageratamente alto: per morire infatti bisognerebbe ingerire circa 11.000 arance: un quantitativo che forse non esiste nemmeno sulla Terra.

Arriviamo adesso al prodotto che più piace ai bambini: i dolciumi, in particolare le caramelle. Questi piccoli sfizi fatti di zucchero possono provocare carie e mal di pancia anche in piccole dosi, ma se ingerite in quantità eccessiva possono anche uccidere un uomo. Quante ne servono? Più di 1627 pezzi!