Questo ragazzo non vedente è un fenomeno

Un ragazzo non vedente del Michigan ha battuto un Guinness World Record grazie alla sua abilità con lo skateboard. La sua disabilità non lo ha fermato nel raggiungere un grande traguardo.

 

Daniel Mancina, 35 anni, di Royal Oak, ha dichiarato di aver iniziato a praticare lo skateboard all’età di 13 anni, lo stesso anno in cui gli è stata diagnosticata la retinite pigmentosa. Questa patologia colpisce lo strato di tessuto sensibile alla luce nella parte posteriore dell’occhio e spesso porta alla cecità completa.

Mancina ha raccontato che all’inizio l’avanzare della malattia era lenta, ma alla fine ha deciso che aveva perso troppa vista per continuare a fare skateboard.

Anni dopo, però, Mancina non ha volto darla vinta al destino che gli era toccato e così ha deciso di fare un altro tentativo con lo skateboard, pur avendo una vista solo minima da un occhio.

Il suo record

Daniel Mancina, uno skateboarder non vedente del Michigan ha battuto il Guinness World Record eseguendo un 50-50 grind su un rail (una sorta di binario che si usa per le evoluzioni sullo skate) percorrendo una distanza di sei metri e 12 centimetri.

“Mi affido soprattutto al mio bastone bianco, che uso per scrutare l’ambiente e per trovare gli ostacoli quando sono sullo skateboard. Essendo un pattinatore non vedente, devo prendermi il tempo necessario per percepire gli ostacoli e capirli bene prima di iniziare a pattinare”.

Mancina, che ora è completamente cieco, ha detto di aggiornare costantemente la sua tecnica.

“Il mio trick preferito cambia continuamente. Tuttavia, mi piace molto pattinare sulle flat bar”.

Mancina ha eseguito un 50-50 grind, ovvero un trick in cui la tavola scivola su una barra o un’altra superficie, per una distanza di sei metri e 12 centimetri, guadagnandosi il record di categoria IS2 per il più lungo 50-50 grind su uno skateboard. IS2 è la categoria del Guinness per i record con disabilità visive.