Il cioccolato fa male? Sciocchezze

Il cioccolato è il cibo degli dei, che sia bianco, al latte, fondente, nocciolato, con il riso soffiato. Il cioccolato è gioia. Ma fa davvero male come molti dicono? A quanto pare sono tutte sciocchezze.

Il cioccolato fa ingrassare, il cioccolato fa male. Queste affermazioni diventano vere nel momento in cui una persona assume una quantità spropositata di cioccolato. Ciò però è vero per praticamente qualsiasi tipo di alimento, con pochissime eccezioni.

In realtà, tutto fa bene e tutto fa male in relazione alla quantità di cibo ingerito. È ovvio che un hamburger da fast food, in linea di massima, non sia un cibo salutare, ma mangiare un hamburger al mese non può uccidere nessuno.

I dolci fanno ingrassare, contengono molti zuccheri, certo, ma solo se mangiare un intero cabaret o una torta da due chili da soli. Un pasticcino o una fetta di sacher alla fine di un pasto non sono mortiferi. Tra l’altro, è sempre necessario fare attività fisica per bruciare le calorie.

Il cioccolato non fa eccezione, anzi, se assunto moderatamente può anche apportare benefici. Vediamo quali.

Le proprietà benefiche del cioccolato

Affinché il cioccolato possa avere effetto con le sue proprietà benefiche è preferibile scegliere quello fondente con un’alta percentuale di cacao. Questo alimento è in grado di migliorare tantissimo fisico e mente di chi lo assume in modo intelligente.

In primo luogo, è dimostrato che il cioccolato è un antidepressivo naturale, ci rende infatti più felici aumentando la produzione di serotonina. Inoltre, contiene ferro, manganese e magnesio, minerali indispensabili per il nostro organismo.

Il cioccolato migliora la pressione sanguigna e, udite udite, il colesterolo buono e cattivo. Sì, il cioccolato non è un nemico del colesterolo come si è soliti pensare. Altra funzione importante riguarda la sua capacità di diminuire i rischi cardiovascolari.

Insomma, un cioccolatino ogni tanto possiamo e dobbiamo concedercelo.