Il Gamepass è sostenibile? Ora lo sappiamo con certezza

Tanto si è parlato e si continua a discutere sulla sostenibilità dei Gamepass. Microsoft può permetterselo? Finalmente ora lo sappiamo con certezza, i numeri ufficiali sono stati pubblicati e sono incredibili.

Sony lo disse chiaro e tondo: per l’azienda giapponese un servizio come il Gamepass non è sostenibile, quindi le esclusive non usciranno mai al day one sul PS Plus. Le forza economica di Sony, però, è molto diversa da quella di Microsoft, uno dei colossi mondiali non solo in ambito videoludico, ma anche in tanti altri campi, cosa che la rende una società quasi inaffondabile.

Ebbene, il Gamepass con il suo modello di business, secondo taluni, potrebbe essere proprio l’iceberg che fa affondare il Titanic, perché permettere agli utenti di giocare a centinaia di giochi, tra cui tutte le esclusive al day one, a un prezzo realtivamente così basso, non può essere sostenibile. Neanche da Microsoft.

Ora i numeri ufficiali ci sono e possiamo dirlo per certo: costoro si sbagliano. E di brutto.

Il Gamepass fa ricca Microsoft

Il Consiglio amministrativo per la difesa economica (CADE) del Brasile ha votato la scorsa settimana per approvare l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft senza alcuna restrizione. Ve ne abbiamo parlato qui.

Ora, lo stesso organo ha pubblicato un rapporto che ha rivelato quanto sia profittevole per Microsoft il suo Gamepass. I numeri sono da capogiro, alla faccia di chi diceva che non fosse sostenibile. L’Xbox Game Pass, infatti, ha generato ricavi per 2,9 miliardi di dollari nel 2021. L’intera divisione Xbox ha generato 16,28 miliardi di dollari nell’anno solare 2021. Ciò significa che Xbox Game Pass ha rappresentato il 17,8% di tutti i ricavi di Xbox generati lo scorso anno.

A gennaio di quest’anno è stato annunciato che Xbox Game Pass ha superato i 25 milioni di abbonati. I numeri sono destinati a crescere nel prossimo futuro.