Nintendo si è arrabbiata… e di brutto

Nintendo dice basta alla maleducazione dei clienti con un nuovo regolamento che punirà severamente chiunque si lamenterà con i dipendenti dell’azienda giapponese.

Come tutte le grandi aziende, Nintendo ha un’assistenza clienti per rispondere ai dubbi e risolvere i problemi legati ad aspetti tecnici, riparazioni e quant’altro. Chi in vita sua non ha mai perso la pazienza con un operatore perché non in grado di soddisfare le proprie richieste? Non bisogna però esagerare, soprattutto se dall’altro lato c’è un dipendente Nintendo che ha deciso di stilare un nuovo regolamento per punire i clienti maleducati.

Nintendo è famosa per essere abbastanza dura con chi contravviene alle regole, basti pensare a quando sguinzaglia gli avvocati anche in casi minimi di violazione del copyright. Ebbene, da ora in poi ci sarà il pugno duro anche contro i clienti maleducati.

Chi si lamenta verrà denunciato

Nintendo ha pubblicato un nuovo regolamento a cui i clienti che chiameranno l’assistenza dovranno attenersi per non incorrere in spiacevoli situazioni. Esasperata dalla maleducazione di certi clienti, la società giapponese ha preso la decisione di inasprire le regole in modo da tutelare i propri dipendenti.

Ad esempio, Nintendo ha fatto sapere che potrà decidere di non riparare o sostituire un prodotto danneggiato se chi lo chiede lo fa in modo scortese.

Qualora riscontrassimo simili comportamenti, potremmo rifiutare di riparare o sostituire i vostri prodotti

Per comportamenti più gravi, invece, si passerà alle denunce.

In caso riscontrassimo comportamenti davvero scorretti, contatteremo la polizia ed i nostri avvocati per prendere tutte le misure necessarie per rispondere

Quali sono questi comportamenti scorretti? Nintendo intende mettere un freno a minacce, insulti, violazioni della privacy, e anche alle richieste di riparazioni gratuite oltre la scadenza della garanzia. Inoltre, non saranno tollerate lamentele prolungate e calunnie sui social network. Insomma, se siete clienti Nintendo, datevi una regolata.