Cane fugge in aeroporto, viene ritrovato dopo un mese

Chi fugge sa da cosa, ma non sa cosa troverà ad aspettarlo. Lo stesso vale per gli animali che spesso fuggono per ritrovare la libertà. Un caso incredibile è successo a un cane che è fuggito in aeroporto ed è rimasto latitante per circa un mese.

Le fughe in aeroporto fanno tanto film americano, ma può succedere davvero per svariati motivi, sia agli uomini sia agli animali. C’è chi scappa per una vita migliore o perché non vuole essere beccato. Nel caso del cane protagonista di questa storia potrebbero essere entrambe le cose.

I cani vogliono la loro libertà soprattutto se non possono ottenere una famiglia che li accudisca, allora meglio darsi alla macchia dandosela a gambe levate. Il canile non è un’ipotesi contemplata. Per non farsi beccare, questo cane si è nascosto per un mese intero, ma alla fine ha dovuto arrendersi.

Un cane fuggitivo

Un cane in affido, fuggito in un aeroporto del New Jersey dopo essere arrivato da Porto Rico a metà settembre, è stato ricatturato dopo settimane.

Adri Galler Lastra, fondatrice e direttrice del rifugio per animali Amigos de los Animales di Porto Rico, ha raccontato che Sukie, un Labrador Retriever di colore marrone chiaro, è scappata da una cassa subito dopo essere arrivata all’aeroporto internazionale Newark Liberty del New Jersey.

Galler Lastra ha dichiarato che Sukie è fuggita mentre un dipendente dell’aeroporto stava togliendo la sua cassa dall’aereo. Ha annunciato sulla pagina Facebook del rifugio che Sukie è stata ritrovata lunedì mattina presto, 31 giorni dopo la sua scomparsa.

La donna ha aggiunto che un cacciatore ha usato una trappola contenente un’esca con un forte odore di cibo per attirare Sukie. La cagnolina sarà accudita da un volontario del rifugio per alcuni giorni, mentre riceverà le cure veterinarie, e poi proseguirà verso una casa di accoglienza a nord di New York.